Tedesca, nata alle porte di Bruxelles (luogo in cui ha passato la sua infanzia), 61 anni, medico, sposata e con sette figli, in Germania è stata Ministro della Famiglia, Ministro del lavoro e degli affari sociali e, infine, Ministro della Difesa. La neoeletta è la prima donna a ricoprire questo incarico, e promette di scegliere i commissari in una condizione di parità di genere al suo interno (da grande sostenitrice delle quote rosa, quale è). Europeista convinta e convincente, nel suo discorso di apertura ha teso la mano a coloro che vogliono “un’Europa forte e unita, da est a ovest, da nord a sud, pronta a combattere per il futuro invece che contro sé stessa”. Le sfide da affrontare sono notevoli: da un nuovo patto su asilo e immigrazione, che miri a salvare le vite umane nel Mediterraneo, alla simultanea lotta ai trafficanti di uomini; dalla necessità di garantire una vita dignitosa e un salario minimo ai lavoratori, ad un patto contro i cambiamenti climatici; dai possibili scenari tra Regno Unito e Europa, alla necessità di una politica estera comune. L’idea è quella di “un’Europa più verde, più equa e basata su regole”.
Buon lavoro Presidente! – Scarica il Programma per l’Europa