Con lo slogan “Europe’s Culture – close to you” la Commissione dà il via ad una nuova campagna volta a promuovere un nuovo turismo culturale e sostenibile in vista delle riaperture delle frontiere post lock-down. Lo scopo è incoraggiare i cittadini europei ad uscire dai propri confini e riscoprire la bellezza e la ricchezza di tutte le destinazioni europee, in sicurezza.
L’Europa è la prima destinazione turistica al mondo, tuttavia, in questo particolare periodo di crisi, il settore del turismo è uno dei più colpiti. Le conseguenze di tutto ciò sono preoccupanti soprattutto per quei paesi che dipendono fortemente dal turismo come Spagna, Italia, Francia e Grecia. Per questo motivo, il 19 giugno il Parlamento europeo ha votato una risoluzione su “Turismo e trasporti nel 2020 e oltre”, che mira ad aiutare la ripresa del settore sostenendo le imprese e garantendo che l’Europa continui a essere la prima destinazione dei visitatori.
In particolare, il pacchetto della Commissione per il turismo e i trasporti comprende: la comunicazione di una strategia complessiva volta alla ripresa nel 2020 e oltre; un approccio comune per il ripristino della libera circolazione e l’eliminazione delle restrizioni alle frontiere interne dell’UE in modo graduale e coordinato; un quadro a sostegno del graduale ripristino dei trasporti, che garantisca nel contempo la sicurezza dei passeggeri e del personale; una raccomandazione che punta a far sì che i buoni di viaggio rappresentino per i consumatori una valida alternativa al rimborso in denaro; criteri per la ripresa graduale e in sicurezza delle attività turistiche e per lo sviluppo di protocolli sanitari per le strutture ricettive quali ad esempio gli alberghi. Inoltre, la Commissione ha lanciato “Re-open EU”, una piattaforma web per favorire la ripresa in sicurezza dei viaggi e del turismo in tutta Europa. La piattaforma, disponibile anche in una versione app-mobile, sarà un punto di riferimento importante per chiunque viaggi nell’UE: sarà possibile consultare le informazioni, sempre aggiornate, relative a ciascuno Stato membro dell’UE mediante una mappa interattiva che illustra gli aggiornamenti sulle misure nazionali applicabili e offre consigli pratici ai visitatori. Ciò aiuterà i cittadini europei nel prendere decisioni responsabili e consapevoli su come gestire i rischi residui connessi al Coronavirus nel pianificare vacanze e viaggi, quest’estate e in futuro.