Durante il discorso sullo Stato dell’Unione, la Commissione europea ha presentato il suo piano per ridurre le emissioni di gas serra dell’UE di almeno il 55% entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990. Questo obiettivo ambizioso definito per il prossimo decennio metterà l’UE su un percorso verso il raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050. Il nuovo obiettivo si basa su una valutazione globale degli impatti sociali, economici e ambientali. Tale valutazione dimostra che questo percorso risulta realistico e fattibile. Questa accresciuta ambizione sarà fondamentale anche in vista della prossima conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP26).